Viviamo e viaggiamo verso l'orizzonte che ci troviamo innanzi...senza pensare che noi siamo già l'orizzonte di qualcuno che ci sta dietro

Da troppo tempo infatti il mondo del lavoro, ancora molto radicato ad uno stile fordista delle grandi masse – il terziario, il settore dei servizi, oggi preponderante, era solo agli inizi nel 1981- era relegato ad una dottrina ermeneutica singolarmente appannaggio dei sindacati e delle estremizzazioni sinistroidi, che avevano fatto dello sforzo umano il motivo del riscatto contro il padrone, il quale giorno dopo giorno, sfruttando il prezioso operato dei suoi operai, diveniva il nemico numero uno da perseguire, ma siccome inarrivabile, egli era solo la punta dell’iceberg di una società in cui l’unica via era la lotta di classe, la voce del dissenso: impersonare il signor NO!

continua a leggere  clicca qui

15 maggio. L’Umbria è dei Ceri!

13 maggio 1981

L'attentato a Giovanni Paolo II è stato un tentativo di omicidio del papa commesso il 13 maggio 1981 in piazza San Pietro, in Vaticano, da Mehmet Ali Ağca, un killer professionista turco, che gli sparò quattro colpi di pistola ferendolo gravemente. Giovanni Paolo II fu colpito due volte, perdendo molto sangue. Il sicario fu arrestato immediatamente e poi condannato all'ergastolo dalla magistratura italiana. Mesi dopo, il Papa perdonò il terrorista; ricevette successivamente anche il perdono del Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi e fu infine estradato in Turchia nel giugno del 2000.

Coronavirus: i 3 casi di asintomatici positivi in un’importante azienda dimostra l’utilità dello screening al lavoro Non avevano né febbre né tosse, circoscritti potenziali focolai nel Perugino e nel Trasimeno

Coronavirus, c'è anche l'Università di Perugia nell'ambizioso progetto 'Originale Chemiae' „Coronavirus, c'è anche l'Università di Perugia nell'ambizioso progetto 'Originale Chemiae'“

L'unità coordinata dalla professoressa Cecchetti protagonista del progetto finalizzato alla ricerca di nuovi farmaci antivirali attraverso un approccio innovativo basato sulla chimica prebiotica

clicca qui

 

*Amici del Malawi Onlus* Emergenza Covid19 in Malawi. *Dal 2 Aprile* il coronavirus ha raggiunto ufficialmente il *popolo Malawiano*. Un' *emergenza* da vincere con la prevenzione cercando di evitare in ogni modo il diffondersi del contagio. L'esplosione dell'epidemia metterebbe in ginocchio già il precario sistema sanitario portandosi con se una lunga scia di morte. Per questo abbiamo messo in campo *tre azioni* di *prevenzione*:

> 1. Prevenzione e informazione capillare* nei villaggi con la consegna alle famiglie di sapone e materiale illustrativo con le norme igieniche per arginare il contagio.

>2.Produzione di mascherine* per sanitari, malati e popolazione.


> 3.*Preparazione per la riconversione del Solomeo Pirimiti Rural Hospital* ad accoglienza per malati Covid e sostegno per l'acquisto di materiali sanitari. *Abbiamo bisogno di te!* Ogni euro raccolto può contribuire a salvare tante vite!

*Fai la tua donazione* nel conto corrente intestato a: *Associazione Amici del Malawi Onlus* *Causale*: "Emergenza Coronavirus" *IBAN*: IT 37 L 05216 03001 000003000735 *


Segui gli aggiornamenti* nel nostro *sito*: www.amicidelmalawiperugia.it e nella nostra *pagina Facebook*: Amici del Malawi Onlus di Perugia

scopri di più! fai in fretta!

UNA SETTIMANA CON LA

CHIMICA DI DIO

L’orizzonte primario della Chimica di Dio rimane a pieno titolo la vita. Il nostro percorso, che non finisce qui, ci spinge, con il vento in poppa, verso l’approdo di questo miracolo dell’esistenza. 

5 maggio 2020. Nasce la rubrica "èghertè, ηγέρθη", traslitterazione italiana del termine greco che gli evangelisti usano nei testi della Risurrezione di Gesù. Questo spazio è dedicato alle riflessioni sulla fede come apertura del nostro anelito trascendente verso Colui che vive la Trascendenza

1 maggio 2020. Nasce una nuova rubrica dal titolo "Mamma!" che ripercorre ogni settimana il racconto autobiografico del soldato di fanteria Enrico Giorgini. Un viaggio avvincente, carico di emozioni, immaginario per molti aspetti ma che ci fa compagni di viaggio di giovani ragazzi come noi strappati all'affetto dei loro cari dalla chiamata alle armi del 1939.

Da domenica prossima, 17 maggio, inizia una rubrica settimanale dal titolo “Desiderata”, prendendo spunto dalla bellissima poesia-riflessione omonima, che avrà come argomento l’antropologia, l’umanità illuminata dall’ispirazione di vita che grandi uomini e donne prima di noi hanno avuto. La poesia possiede 18 esortazioni, una più profonda dell’altra. L’idea è di affidare una riflessione, che faccia conto del proprio vissuto personale, idee, conoscenze, studi, passioni, a 18 persone diverse. Alla fine otterremo un piccolo, ma preziosissimo manuale di umanità.

Nasce una nuova rubrica dal titolo "Ragione-Scienza-Fede", costituita di 10 puntate che porteremo avanti sul nostro blog tramite illustrazioni e stralci degli articoli completi che potrete trovare ogni volta anche in formato PDF. L'idea nasce nel tempo della quarantena dovuta alla pandemia di Covid-19 per superare gli ostacoli della mia piccola stanza -di pochi mq calpestabili!!!- nel marzo-aprile 2020, con l'unico intento di fare scienza, senza essere per forza in un laboratorio o in un'aula universitaria, ma semplicemente davanti al bancone della Ragione!

PAGINAS EN ESPAÑOL

En el mundo vivimos en cierta soledad, una soledad de carácter profundo, aunque estemos rodeados de gente sin embargo podemos estar muy sólo por dentro y Jesús nos dice: "VOLVERÉ Y NO OS DEJARÉ SÓLO" 

La comunidad de los primeros cristianos, la comunidad del los apóstoles , que se reúnen alrededor de la mesa donde Jesús se dió a sí mismo en pan y vino, señal del antiguo Pacto, que forma en el nuevo pacto de Amor eterno, tiene esta experiencia de Jesucristo. La experiencia del MEMORIAL, del sacramento, de lo que significa y logra la salvación.

Es tiempo de ponernos en oración esto nos dará paz y nos causará sensación de tranquilidad. Todo está en las manos de Dios, él no nos deja sólo, él siempre será el Camino.. En una situación normal o de Crisis, el camino es la santidad ( buscar a Dios por encima de todas las cosas) Jesús nos dice YO SOY EL CAMINO (CÉNTRATE EN MI)..

A quasi 40 anni dell'enciclica Laborem exercens, rimangono attuali e operanti le linee da lei tracciate. Se la via della Chiesa è l'uomo, percorrendo con lui questa via essa incontro il suo lavoro. Queste le parole di san Giovanni Paolo II, instancabile lavoratore di miniera nella sua giovinezza. Un viaggio attuale affrontando le sfide moderne di questo mondo.


ACQUISTA

Noi crediamo che non è alchimia vedere qualcosa di straordinario nella struttura a tre quark del protone, nello scoprire come nella infinita possibilità dei casi, proprio questa sia stata quella stabile e stabilizzante che ha permesso alla materia e a noi di compiere la sua parabola vitale. Men che meno, non c’è nulla di oscurantista nel leggere le due fasi che contraddistinguono il modello standard della fase inflazionaria, in creazione e trasformazione, esattamente come ci propone il modello interpretativo tommasiano e di tutta la scolastica medievale: sarebbe oscurantista invece non considerare questo processo nel suo aspetto di veridicità. Non è magia fermarsi a contemplare lo spettacolo del fenomeno “massa” che costantemente con una oscillazione quantistica pari a 10-53 secondi avviene sotto i nostri occhi e che costituisce il motore propulsore di tutta l’esistenza materiale. In nessun modo, quindi, dobbiamo considerare romantica la visione di un meccanicismo finalista inscritto nell’essere intimo della natura per cui noi stessi esistiamo e di cui noi stessi partecipiamo.

IL PERSONAGGIO DEL GIORNO

Florence Nightingale, la prima infermiera

Oggi Giornata Mondiale degli INFERMIERI

Florence Nightingale, la prima infermiera della storia Pioniera della professione infermieristica, nacque a Firenze il 12 maggio 1820. Chiamata così proprio in onore della città, Florence divenne nota come "la signora con la lanterna": un'icona della storia della medicina, di cui oggi ricorrono i 200 anni dalla nascita

continua a leggere

Scusate, "non chiamateci più eroi". Bensì, "semplicemente infermieri". Infermieri che vanno "valorizzati per quello che facciamo". Non solo negli ultimi due mesi e mezzo, ma sempre. E fatelo soprattutto oggi, giornata internazionale dedicata a loro. Persone, innanzitutto, con figli, mogli e mariti che attendono a casa. In ansia. Perché il Covid, fino a oggi, ne ha portati via in tutta Italia 39. Trentanove Infermieri (la maiuscola non è un refuso ma è doverosa) che non ce l’hanno fatta, morti sul campo di battaglia. Qualcuno si è tolto la vita. Pietro Giurdanella, il presidente dell’Ordine professioni infermieristiche e coordinatore del Sant’Orsola, non dimentica i colleghi trovati impiccati negli spogliatoi di qualche ospedale.

Incredulità di san Tommaso (Caravaggio). Domenica dell’Ottava di Pasqua. Domenica della Divina Misericordia indetta da san Giovanni Paolo II. 19 aprile 2020

COME VEDO IL MONDO (A. Einstein)

Se consideriamo la nostra esistenza E i nostri sforzi, vediamo subito che tutte le nostre azioni e i nostri desideri sono legati all'esistenza degli altri uomini, benché siano della nostra stessa natura siamo simili agli animali che vivono in comunità.

Ci nutriamo di alimenti prodotti da altri uomini, portiamo abiti fatti da altri, abitiamo case costruite dal lavoro altrui. La maggior parte di quanto sappiamo e crediamo ci è stato insegnato da altri per mezzo di una lingua creata nel tempo. Senza il nostro linguaggio la nostra vita sarebbe abbastanza meschina e paragonabile a quella degli animali. Perciò la nostra priorità sugli animali consiste soprattutto nel nostro modo di vivere in società. L’individuo, lasciato solo fin dalla nascita.....continua nell'articolo.

9 maggio 1994

NELSON MANDELA VIENE ELETTO PRESIDENTE DEL SUDAFRICA. E' IL PRIMO PRESIDENTE DI COLORE