Lo scopo del lavoro è di portare a maggiore conoscenza il concetto della spiritualità del lavoro trattato da Giovanni Paolo II nella Laborem exercens per approfondire il tema del lavoro e della sua fondazione umana.

ACQUISTA

Il libro descrive uno spaccato realistico della professione dell’avvocato tradizionalista nei meandri più sconosciuti. Il tutto con una narrazione semplice, introspettiva che offre al lettore i pensieri più intimi in chiave esistenzialistica. Un libro non destinato ai soli avvocati ma a tutti i lettori di buona volontà


ACQUISTA

LE SCIENZE

Le Scienze è una rivista mensile di divulgazione scientifica, edizione italiana di Scientific American. Oltre che alla scienza di base, presta particolare attenzione alle ricadute tecnologiche e filosofiche della scienza e al progresso tecnico

POPULAR SCIENCE

Popular Science (conosciuto anche come PopSci) è una rivista trimestrale statunitense che si occupa di divulgazione scientifica e tecnologica. Popular Science ha vinto più di 58 premi, incluso quello della "American Society of Magazine Editors" per la qualità giornalistica sia nel 2003 (General Excellence) che nel 2004 (Best Magazine Section). Fondato nel 1872,[1] Popular Science è stato tradotto in più di 30 lingue e viene distribuito in almeno 45 paesi.

Descrizione I numeri entrano costantemente nella nostra vita. Numeri fortunati, numeri ricorrenti, numeri magici. Perché gli insetti hanno più di sei zampe, i mammiferi quattro e gli uccelli solo due? Dio dà i numeri? E se ti dicessi che l'universo è fatto di numeri? Puoi credere che sono materia solida come i sassi, gli aereoplani e i tramonti? Questo libro racconta una follia scientifica: trovare la formula segreta degli atomi, del DNA e dei sogni. Vorrei dimostrarti che Dio esiste e non gioca ai dadi. Dio è i dadi.

Homo Deus. Breve storia del futuro (ebraico: ההיסטוריה של המחר ) è un saggio dello scrittore e storico israeliano Yuval Noah Harari della Hebrew University di Gerusalemme. Il libro è stato pubblicato nel 2015 dalla Dvir Publishing e tradotto in italiano da Bompiani.[1] È il capitolo centrale di una trilogia del tempo riguardante l'uomo nel suo passato (Sapiens. Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità), nel suo futuro ed infine nel suo presente (21 lezioni per il XXI secolo).

«Il Sacro Graal dell’informatica è una macchina capace di insegnare a se stessa a partire dall’esperienza, proprio come facciamo noi umani. Il machine learning potrebbe permetterci di fare qualsiasi cosa, dalla cura del cancro alla costruzione di robot umanoidi. Pedro Domingos ci racconta il futuro meraviglioso ed eccitante che ci attende.» Walter Isaacson, autore di Steve Jobs e Gli innovatori «L’argomento è attualissimo e Pedro Domingos ha un vero talento nello spiegare anche i concetti più astratti.» The Economist

Intelligenza Artificiale, Upload del Cervello, Crioconservazione, Supporti Sintetici, Allungamento della Vita, Potenziamento delle Capacità Fisiche e Intellettuali, Robot, Cyborg... Proviamo a immaginare insieme come sarà il nostro futuro tra non molti anni e soprattutto cosa potrebbe diventare l'Uomo.

Come tutti sappiamo, la Divina Commedia , a cui diede l’appellativo “Divina” Giovanni Boccaccio , è un’opera scritta da Dante ( Durante) Alighieri tra il 1306 e il 1321, essa non ha solo riferimenti storici e letterali, contiene anche importanti riferimenti matematici e geometrici. Si chiama “Dante e la matematica” appunto , un progetto curriculare portato avanti nella nostra scuola, che prende spunto dal libro “Dante e la matematica” di Bruno D’Amore , uno dei massimi esperti mondiali in didattica della matematica. Non è una novità che i numeri si ripetano nella letteratura : i 9 libri delle Storie di Erodoto, le nove Muse; i 12 libri dell’Eneide, metà esatta dei 24 omerici; le sette arti liberali (il libro VII è dedicato alla matematica), per arrivare al grande Dante Alighieri

«La fisica e la filosofia sono due cose diverse». L'incipit perentorio di "Filosofisica" non deve trarre in inganno: un dialogo tra le due discipline, a prima vista inconciliabili, è possibile, poiché entrambe ambiscono ad accrescere e perfezionare la conoscenza nella sua accezione più ampia. Étienne Klein prende spunto dai grandi temi della fisica contemporanea – il tempo, il vuoto, la causalità, la materia – per dimostrare come la scienza moderna possa offrire alla filosofia «una nuova opportunità d'azione».

Una guida per tutti attraverso le rivoluzioni scientifiche che hanno sconvolto la fisica nel ventesimo secolo. Con folgorante chiarezza vengono qui spiegate la teoria della relatività generale di Einstein, la meccanica quantistica, i buchi neri, la complessa architettura dell'universo, le particelle elementari, la gravità e la natura del tempo e della mente: una limpida e divertente introduzione a quelle scoperte della fisica contemporanea che smentiscono ogni nostra percezione e intuizione immediata.

Come ormai tutti sanno, nel luglio 2012 il Large Hadron Collider (LHC) di Ginevra, il più potente acceleratore di particelle del mondo, ha finalmente svelato l’esistenza della più elusiva delle particelle subatomiche, il bosone di Higgs. L’impresa, davvero titanica, svolta dall’intera comunità scientifica europea presso il CERN ha ottenuto enorme risonanza nei media, ben oltre l’ambito scientifico di riferimento. Il motivo di tanto interesse sta nel fatto che il bosone di Higgs,la particella che per tanto tempo era sfuggita ai nostri strumenti, determina un campo che permea l’intero Universo, creando con esso la massa delle particelle elementari, che a loro volta creano tutto ciò che esiste al mondo. Senza il bosone di Higgs non esisterebbe nulla. La sua scoperta ha dunque fornito molte risposte in un colpo solo, ma come spesso accade nella scienza ha anche portato un’infinità di nuove domande.

Cos'è successo nei primi istanti di vita dell'universo? Davvero la scienza del Ventunesimo secolo fa ritornare d'attualità il racconto di Esiodo, che racchiude l'origine del tutto in un verso splendido e fulminante: «All'inizio e per primo venne a essere il Chaos»? E oggi l'universo è il sistema organizzato e affidabile che ci appare o è dominato ancora dal disordine?

Miguel Benasayag, filosofo e psicanalista, è ori­ginario dell’Argentina, dove sotto la dittatura ha conosciuto più volte il carcere. A Parigi oggi si occupa di problemi dell’infanzia e dell’ado-lescenza e dell’interazione tra tecnologia ed essere umano. Tra i fondatori e gli animatori del collettivo culturale «Malgré Tout», è autore di numerosi libri tra cui, tradotti in italiano, Il mito dell’individuo (2002), L’epoca delle passioni tri­sti (2004, con G. Schmit), Elogio del conflitto (2008, con A. Del Rey) e Oltre le passioni tristi (2016, con A. Del Rey). Vita e Pensiero ha pub­blicato nel 2010 il suo La salute a ogni costo. Medicina e biopotere.

Nell'opinione comune, le equazioni sono aride formule matematiche in cui si compendia un pensiero scientifico, certamente importante, ma comunque di difficile comprensione. Per superare questo pregiudizio, Michael Guillen ha scelto di raccontare la vita, le intuizioni e le scoperte degli scienziati che hanno messo a punto le cinque più rivoluzionarie e importanti formule matematiche della storia dell'umanità: le cinque equazioni che hanno letteralmente cambiato il mondo. È grazie, infatti, al genio di uomini come Isaac Newton, Daniel Bernoulli, Michael Faraday, Rudolf Clausius e Albert Einstein se siamo riusciti a sfruttare l'energia elettrica, a volare in aeroplano, ad atterrare sulla luna, a costruire la bomba atomica e a comprendere le cause della mortalità di tutte le forme viventi del Pianeta.